domenica, gennaio 08, 2006

LA JUVE DEI RECORD!

La Juventus non molla un colpo!Anche nel difficile campo di Palermo i bianconeri sono riusciti senza difficoltà a ribaltare il risultato e a portare a casa i tre punti: qual e’ il segreto della squadra allenata da Capello?
Se esaminiamo la formazione della Juventus ci accorgiamo che in quasi tutti i ruoli ci sono i migliori giocatori al mondo: in porta Buffon (anche se quest’anno non è ancora sceso in campo)… cosa si può dire su di lui?centrali Thuram e Cannavaro, coppia affiatata dai tempi del Parma; a sinistra Zambrotta, degno erede di Roberto Carlos; in mezzo Viera e Emerson… insuperabili; davanti Trezeguet e Ibrahimovic, la coppia meglio assortita d’Europa.
Non dimentichiamoci poi delle riserve come Mutu e Del Piero che sarebbero titolari da qualsiasi altra parte; se a questo mix aggiungiamo l’allenatore più vincente…
A me questa Juve ricorda il Milan dei record di Capello: Baresi e Costacurta come Thuram e Cannavaro, Maldini come Zambrotta, Viera e Emerson rispettivamente Desailly e Albertini, Ibrahimovic Van Basten e Trezeguet- Massaro.

lunedì, dicembre 19, 2005

CAMPIONATO RIAPERTO?

Dopo il pareggio della Juve contro la Lazio i media si sono scatenati nel dire che il campionato non è finito.
Mancini ci credeva già quando era a – 11 , figurarsi adesso che è a -9!
Secondo me ormai ci sono poche speranze: la Juve di Capello è una squadra solida, con pochi punti deboli.
Inoltre il pareggio di sabato sera non deve far pensare a una possibile crisi, dal punto di vista del gioco la Juve ha dominato creando numerose palle goal.
L’anno scorso Capello ha perso 9 punti a vantaggio del Milan, ma alla fine del campionato i bianconeri anziché in crisi erano in ottima forma, al contrario dei rossoneri che arrivarono allo scontro diretto con molti giocatori sfiniti!

lunedì, dicembre 12, 2005

DELUSIONE DA DERBY!

Diciamo pure addio allo scudetto: quest anno non riusciamo a farne giusta nemmeno una!
A fatica abbiamo battuto lo Schalke 04 , squadra modesta della bundesliga, e dopo aver raccolto figuracce con Fiorentina e Chievo, siamo andati a perdere pure con i cugini nerazzurri!
Quello che è difficile da digerire è come abbiamo giocato questo derby: mai in partita, una sola occasione con Giardino al 50°minuto, sovrastati da Cambiasso a centrocampo, le solite amnesie in difesa, il solito Carletto che non sa quale punta far giocare.
Se continuiamo così siamo messi male: mentre Moratti parla già di una nuova punta per l’Inter, Galliani che fa’?Invece di lamentarsi dell’arbitro perché non pensare ad un buon difensore, se non due?

mercoledì, dicembre 07, 2005

VIERI BIDONE D'ORO 2005

Mentre Ronaldinho ha vinto il pallone d’oro 2005, Christian Vieri è stato insignito di un prestigioso premio : il bidone d’oro 2005.
Per la cronaca, succede a Legrottaglie (2004) e Rivaldo (2003).
Finalmente dopo tanti anni di onorata carriera nerazzurra Vieri è riuscito a vincere qualcosa: infatti questa estate l’aveva detto:” vengo al Milan per vincere”!
Non si può proprio dire che Bobo ha fatto grandi cose finora nel Milan.
Di positivo sembra esserci il suo comportamento che adesso è da giocatore di calcio e non più da playboy della domenica sera, inoltre quelle poche volte che è impiegato dimostra una buon impegno e si mette a disposizione della squadra.
Ma a livello tecnico cosa è successo? Omai non la mette più dentro neanche a porta vuota!
Secondo il mio parere Vieri è sempre stato sopravvalutato in tutti questi anni, non è mai stato un campione prima come non è un bidone adesso.
Era ed è un buon giocatore, tecnicamente molto scarso ma molto forte di testa; è un po’ come Luca Toni adesso: un giocatore con un buon senso del goal che ha avuto un periodo fortunato dove gli riusciva tutto!
Noi milanisti ci auguriamo che Bobo si risvegli dal lungo letargo proprio la sera del Derby!

domenica, dicembre 04, 2005

MILAN IN CRISI!

Il Milan visto ieri sera ha ancora una volta confermato i dubbi sollevati a inizio stagione:
1) una difesa troppo vecchia che ha grossi problemi sulle palle alte;
2) Maldini è ancora una colonna importante ma è da un po’ di anni che soffre di problemi fisici, quindi invece di comprare solo centrocampisti e attaccanti si poteva pensare a qualche buon difensore
3) Ancelotti non gode più della stima della società e in più è in crisi su quale punta far giocare: Gilardino l’anno scorso a Parma veniva impiegato col turnover per non spremerlo troppo; Vieri ha voglia di giocare e non può essere diventato un bidone all’improvviso, inoltre è sempre stato un giocatore che contro le squadre medio basse faceva una marea di goal.
Ancelotti si gioca tutto in una settimana: se usciamo dalla champions e perdiamo il derby forse è meglio pensare ad un altro tecnico per la prossima stagione!
Se continuiamo così facciamo la fine dell’Inter che a dicembre ogni anno ha già finito il campionato!

Successo dell’Inter ieri sera contro l’Ascoli: decide l’Imperatore Adriano con un missile su punizione.
Adriano, nonostante uno scarso periodo di forma, è un campione, e come tale è capace di risolvere la partita da solo e portare a casa i tre punti.
Per la bellezza del campionato speriamo in un nuovo sgambetto da parte del bomber del momento Luca Toni, in questo periodo forse l’unico che può fermare la Juve grazie al suo fattore C..O!

domenica, novembre 27, 2005

E' tornato KULOVICH nel MILAN!

E’ tornato KULOVICH nel Milan: il migliore acquisto dei rossoneri la stagione passata, che sembrava essersi perso nella notte di Istanbul, ha colpito ancora!
Al 94esimo minuto Il Milan è riuscito a piegare un Lecce sicuramente non irresistibile.
Nell’Inter si rivede Alvaro Recoba, che conferma la buona prestazione di mercoledì, e segna a Messina: ce la può ancora fare l’Inter a tornare nel gruppo scudetto?Impresa molto difficile, in percentuale direi 20%!
Del Piero segna ancora, buon periodo per il capitano bianconero, la Juve vola ancora e sembra non fermarsi mai.
Da segnalare le buone prestazioni di Suazo nel Cagliari, che da solo stende la Sampdoria, Barreto che fa guadagnare i tre punti all’Udinese.
Il Palermo pareggia ancora: questa volta Zamparini dove vorrà prenderli a calci i suoi giocatori?

venerdì, novembre 25, 2005

GEORGE BEST ci ha lasciati

SI è spento un altro mito del calcio: Gerge Best.
Negli ultimi anni era ormai più famoso per la sua vita spericolata che per le grandi giocate che ci aveva regalato negli anni di Manchester.
Prima d andarsene ci ha lasciato in eredità una sua fotografia: sofferente su un letto d’ ospedale con lo sguardo intenso di chi dice “ragazzi non sprecate tutto come ho fatto io!”
Noi però lo vogliamo ricordare come una delle ali più forti che ci siano state, l’unico nord irlandese arrivato a vincere il pallone d’oro, il primo “divo- calciatore” dell’era moderna.
Anche se le immagini delle sue gesta sono ormai in un bianco nero sbiadito, noi ti ringraziamo per le magie che ci hai lasciato, e per noi resterai immortale.